Pinze freno Campagnolo Amadori in magnesio

Vendo

FERRARI

250 GTO - GTO 64

Rating: 5

MarcaFERRARI
Modello250 GTO - GTO 64
Anno prima immatricolazione1962
CategoriaVeicolo tra il 1800 e 1999
Tipo veicoloRicambio
GaranziaNo
DanneggiamentiNo
CittàQuingentole (Mn)
ID annuncio287585
Data inserimento

Descrizione

Serie 2 pinze freno Campagnolo Amadori in Megnesio (Elektron 21 / EV31A)
Serie originale utilizzabili come Anteriori o Posteriori (a seconda della vettura) con i cilindretti originali
Sono state completamente revisionate e sono pronte all'uso
Complete con pastiglie freno campione Mintex usate, con margine di utilizzo

Per prezzo, info., foto e video consultate la scheda sul nostro sito: www.moreschi.info
Whatsapp: +39-3928460840

STORIA: La Amadori era una fonderia italiana di Bologna che fu acquisita all’inizio degli anni sessanta da Campagnolo per la produzione dei cerchi ruota in Magnesio; utilizzati poi su molte automobili sportive o da competizione di case prestigiose come Lancia, Ferrari, Lamborghini, Maserati, Abarth, De Tomaso, Iso Rivolta o Bizzarrini. Grazie alla esperienza di Amadori sulle leghe di Magnesio, prodotte dalla inglese Elektron, i cerchi prodotti dalla "Campagnolo / Amadori" ebbero un enorme successo grazie alla loro peculiarità di coniugare leggerezza e resistenza.
In quegli anni le tecniche di pressofusione dell'azienda divennero così avanzate tecnologicamente da essere impiegate per la realizzazione di parti di satelliti spaziali, commissionate dalla NASA, e nel settore aeronautico.

Grazie all'al'esperienza accumulata l'azienda decise di produrre delle pinze freno avveniristiche per l'epoca. Si trattava di una pinza monolitica fusa in magnesio (nella speciale lega Elektron 21 o EV31A secondo le nuove normative), con i passaggi dell'olio interni e con una sola apertura per la lavorazione.
Queste pinze all'epoca erano montate su: Ferrari 250 (vari modelli); Bizzarrini 5300 GT competizione; Maserati Birdcage; Bandini; Aguzzoli Alfa Romeo ed altre vetture di prestigio o da competizione degli anni '60 e '70.

STORIA: La Amadori era una fonderia italiana di Bologna che fu acquisita all’inizio degli anni sessanta
da Campagnolo per la produzione dei cerchi ruota in Magnesio; utilizzati poi su molte automobili
sportive o da competizione di case prestigiose come Lancia, Ferrari, Lamborghini, Maserati, Abarth, De
Tomaso, Iso Rivolta o Bizzarrini. Grazie alla esperienza di Amadori sulle leghe di Magnesio, prodotte
dalla inglese Elektron, i cerchi prodotti dalla "Campagnolo / Amadori" ebbero un enorme successo grazie
alla loro peculiarità di coniugare leggerezza e resistenza.
In quegli anni le tecniche di pressofusione dell'azienda divennero così avanzate tecnologicamente da
essere impiegate per la realizzazione di parti di satelliti spaziali, commissionate dalla NASA, e nel
settore aeronautico.
Grazie all'al'esperienza accumulata l'azienda decise di produrre delle pinze freno avveniristiche per
l'epoca. Si trattava di una pinza monolitica fusa in magnesio (nella speciale lega Elektron 21 o EV31A
secondo le nuove normative), con i passaggi dell'olio interni e con una sola apertura per la
lavorazione.
Queste pinze all'epoca erano montate su: Ferrari 250 (vari modelli); Bizzarrini 5300 GT competizione;
Maserati Birdcage; Bandini; Aguzzoli Alfa Romeo ed altre vetture di prestigio o da competizione degli
anni '60 e '70.

Quotazioni

MarcaModelloCilindrataAnnoPrezzo
FERRARI250 GTO - GTO 6429531961-64n.d.

Moreschi Motorsport
Pubblica da Ottobre 2015
Annunci attivi: 54
Pagina personale inserzionista Rating: 5