AUSTIN SEVEN SPORT SPIDER FUORISERIE SILURO UNICA

Vendo

AUSTIN

SEVEN SPIDER

26.500

Rating: 5

Specifiche tecniche

MarcaAUSTIN
ModelloSEVEN SPIDER
Anno prima immatricolazione1928
CategoriaVeicolo tra il 1800 e 2002
Potenza750CV 551.62425KW
Tipo veicoloAuto
CittàPisa
ID annuncio323476
Data inserimento

Inserzionista

MANUELA

Pubblica da Gennaio 2022

Annunci attivi: 3

Pagina personale inserzionista

Descrizione

Fino alla prima guerra mondiale l'Austin costruiva principalmente auto di grandi dimensioni, ma nel 1909 lanciò la piccola, e omonima al modello, Austin 7, che aveva un motore monocilindrico da 7 CV di potenza e che fu costruita dalla Swift di Coventry.Nel primo anno di produzione vennero fabbricati quasi 2.500 esemplari, che non furono quanti ne vennero preventivati, ma in pochi anni sorpassò, come vendite, le dirette concorrenti e gli autocicli, facendo la fortuna dell'Austin. Fino al 1939, quando la produzione terminò, vennero fabbricati in totale 290.000 esemplari. Nel 1933 il modello fu oggetto di una profonda rivisitazione, che toccò le dimensioni ed il motore. Nel 1937 all'Austin 7 venne affiancata l'Austin Big 7, che aveva dimensioni e motore più grandi.
L'Austin 7 era considerevolmente più piccola della Ford Model T. Il passo era solamente di 1.905 mm all'inizio e di 2.057 mm dopo la rivisitazione del 1932. La carreggiata era invece di 1.016 mm. Di conseguenza, con i suoi 360 kg, era più leggera della metà rispetto alla Model T. Per effetto del peso, sull'Austin 7 era dunque possibile montare un motore relativamente piccolo. Il propulsore del modello, infatti, aveva una cilindrata di soli 747 cm³, che permetteva l'erogazione di una potenza modesta, cioè circa 10 CV.
Il telaio aveva la forma ad “A” con il motore montato nella strettoia tra le due travi longitudinali, all'estremità anteriore. Le sospensioni posteriori erano formate da molle a balestra a quarto d'ellisse di tipo Cantilever, mentre all'avantreno l'assale rigido era accoppiato a balestre semiellittiche. I primi esemplari non avevano gli ammortizzatori. All'inizio i freni anteriori erano azionati dal freno a mano mentre quelli posteriori dal freno di servizio a pedale; solamente dal 1930 entrambi agirono sui due assi.
Lo sterzo era a vite senza fine.
Il motore dell'Austin 7 aveva un alesaggio di 56 mm ed una corsa di 76 mm, che portavano ad una cilindrata totale di 747 cm³. Le valvole erano laterali, mentre la configurazione era a quattro cilindri in linea. Il basamento era in alluminio, mentre il monoblocco e la testata erano in ghisa. L'albero motore, inizialmente lubrificato a sbattimento (a pressione su alcuni modelli sportivi), ruotava su due supporti di banco, divenuti tre nel 1936. Dal novembre del 1923 fu disponibile lo starter elettrico. I primi modelli utilizzavano l'impianto d'accensione a magnete, ma dal 1928 venne cambiato con uno a bobina.
Il cambio a tre rapporti più la retromarcia era in blocco con il motore e possedeva diversi rapporti di trasmissione in base alla versione a cui era installato. I quattro rapporti vennero introdotti nel 1932, e dal 1933 venne commercializzato un cambio sincronizzato per le due marce più alte, che venne esteso anche al secondo rapporto dal 1934.
Nel retrotreno era installata una coppia conica con dentatura elicoidale che possedeva rapporti compresi tra 4,4:1 e 5,6:1. Un corto albero di trasmissione andava dall'alloggiamento del differenziale al supporto dell'assale posteriore.
La Reliant usò un motore derivato da quello installato sull'Austin 7 per i suoi tricicli, prima di sviluppare un proprio propulsore in lega d'alluminio. Quest'ultimo venne utilizzato come rimpiazzo del motore dell'Austin 7 dal 750 Motor Club per le loro competizioni in Formula 750.
Alcune versioni di Austin 7 furono costruite su licenza dal 1930 negli Stati Uniti dall'American Austin Car Company, dal 1927 in Germania dalla BMW con la 3/15 “Dixi” ed in Francia dal 1928 dalla Rosengart. Inoltre, il telaio e la meccanica vennero esportati in Giappone e Australia, a cui venne aggiunto localmente il corpo vettura ottenendo auto complete.
L'Austin 7 venne prodotta in due serie, la prima dal 1922 al 1932, mentre la seconda dal 1933 al 1939. Le dimensioni variavano in base alla serie. La prima aveva una lunghezza di 2.870 mm ed un passo di 1.905 mm, mentre per la seconda le dimensioni erano, rispettivamente, 3.023 mm e 2.057 mm. Le vetture di entrambe le serie avevano una larghezza di 1.588 mm, mentre il telaio montato sugli esemplari della prima aveva un peso 249 kg.

Quotazioni

MarcaModelloCilindrataAnnoPrezzo
AUSTINSEVEN SPIDER7471922-39n.d.